Aristogracchi

Follow Us

Sgombro, porcini e zafferano

Ieri abbiamo fatto un salto in pescheria per creare una nuova ricetta

Stiamo scoprendo la città, le sue botteghe, cercando quei posti che ti sappiano far sentire a casa, che con un sorriso e due chiacchiere possono anche addrizzare una giornata. Quelli con i tempi più lenti, fatti di una battuta in più, un sorriso in più, un consiglio in più… quel qualcosa in più che a noi piace tanto. Oggi ci è andata bene al forno e soprattutto in pescheria, un po’ meno il pomeriggio in gelateria.

Mentre ci sfilettava gli sgombri, segnando la carne del pesce con gesti precisi e decisi, abbiamo scambiato due chiacchiere sul mercato del pesce di Livorno, anzi i mercati visto ce n’è uno la mattina e uno la sera. Presto andremo a fargli visita.

Veniamo alla ricetta:

Sgombro sfilettato su crema allo zafferano, granella di noci e nocciole e funghi porcini ( essiccati, perché trovarli freschi a giugno è al quanto difficile).

Ingredienti:

ingredienti_sgombro_porcini_zafferano2

✔️ mezza cipolla

✔️ mezzo cucchiaio di farina

✔️ 1/2 bicchiere d’acqua

✔️ olio

✔️ zafferano

✔️ 4 sgombri da 250gr circa

✔️ granella di noci e nocciole

✔️ mix di semi

✔️ funghi essiccati Filotei Loreto

si può aggiungere anche una spolverata di buccia di limone e/o arancio per renderlo ancora più fresco. Gli agrumi stanno bene sempre bene e noi li mettiamo ovunque.

Sale q.b. (pochissimo)

La procedura è molto semplice. Soffriggere la cipolla, una volta dorata abbassare la fiamma e aggiungere acqua e farina precedentemente mescolati e lo zafferano. Fare restringere fino a raggiungere la consistenza desiderata e togliere dal fuoco. Dentro un altro tegame cuocere i funghi, noi li abbiamo cucinati con le uova dello sgombro (usando funghi essiccati tenete conto che vanno tenuti un po’ ammollo prima di finire sul fuoco) . Ora non resta che cucinare in padella i filetti di sgombro e impiattare a piacimento spolverando con la granella di noci e nocciole.

Noi ci siamo scordati di comprare gli agrumi.

Pollicione su per la prima ricetta made in Pisa e se chi ben comincia è a metà dell’opera…

Se siete interessati a conoscere il mondo Filotei Loreto fate un salto sul sito.