Aristogracchi

Follow Us

Volterra Medievale AD 1398

Volterra AD 1398.

Il centro storico, i suoi palazzi, le piazze e il magnifico Parco di Castello dominato dalla Fortezza Medicea, indossano le loro antiche e gloriose vesti medioevali, con un salto nel passato che popolerà, per la seconda domenica del mese, i vicoli di una delle città più belle della Toscana.

Noi ci abbiamo fatto un salto la scorsa domenica, ma questo weekend si replica.

Sabato 17 agosto, alle 17,30 in piazza dei Priori andrà in scena il Palio dei Caci, le contrade volterrane si daranno battaglia in una gara di caciotte lungo la discesa di via Franceschini, e alle 21,30, dopo il corteo storico, sarà il turno del Palio del cero in versione estiva: otto squadre, una per contrada, composte da otto tiratori, sei uomini e due donne, si sfidano in una specie di tirando con delle corde una macchina di legno sulla cui sommità è fissato un cero.

Per maggiori informazioni sul palio dei caci e quello del cero:

visittuscany.com e volterracity.com

Domenica 18 agosto invece si celebrerà la “Giornata di festa nell’Anno Domini 1398” sicuramente una delle più belle rievocazioni storiche italiane, che trasformerà le strade di Volterra in un vero villaggio medioevale e le vie della città verranno letteralmente invase da cavalieri, nobili, signore in costume d’epoca, monaci, frati, artigiani, commercianti, tanta musica e balli.

Per tutta la giornata dalle 11:00 alle 23:30 si alterneranno spettacoli, eventi, balli, laboratori e giocolieri, ricreando un’atmosfera magica e goliardica.

Un grande tuffo nel passato fra giochi di bandiere, tiro con l’arco, battaglie di cavalieri, accampamenti militari, botteghe artigiane, vecchi mestieri, giullari e musici erranti e tanto cibo: carne alla brace, minestre medievali, il mulino per le focacce d’epoca e vino rigorosamente nei bicchieri di terracotta (che potrete portare a casa come souvenir). Naturalmente lungo le vie del centro saranno tanti i punti ristoro con offerte moderne e della tradizione. Noi abbiamo cenato a La Vecchia Lira con pici con ragù bianco di chianina e cinghiale dolceforte e ve lo consigliamo vivamente, sia per la cortesia che per la qualità dei piatti.

Il punto preferito di Noah è stato Piazza San Giovanni, con i giochi per bambini, i laboratori di pittura e scrittura medievale e la giostra di legno tirata da due messeri.

Ha apprezzato molto anche il volo del falco nel parco di Castello dove viene allestito un vero e proprio villaggio medievale.

Durante tutta la giornata dimenticate pure gli euro, perché l’unica moneta in circolazione durante la festa sarà il “Grosso Volterrano”. Cibo, vino e prodotti artigianali potranno essere acquistati solo con questa moneta, disponibile presso “L’Offizio Cambio”. Ogni Grosso ha il valore di 1 euro e le monete inutilizzate potranno essere riconvertite in euro presso l’ufficio turistico.

Se siete in cerca di un weekend diverso non lasciatevi scappare l’occasione per passare una giornata diversa… di tanti anni fa.


Sul sito dell’evento è possibile scaricare la locandina con il programma e la cartina con tutti i punti d’interesse.

L’ingresso è a Pagamento: 10 EURO 

Informazioni
Consorzio Turistico Volterra Valdicecina                         

Ufficio Turistico
tel. +39 0588 86099                                                                  

Piazza dei Priori 19-20 56048 Volterra
info@volterratur.it                                                                     

tel. +39 0588 87257


www.volterratur.it                                                                     

ufficioturistico@volterratur.it

Viterbo da Vedere, Mangiare, Bere e Dormire

Storia di un veloce weekend Viterbese a bordo di Carolina: missione Terme, piatti della tradizione e passeggiate medioevali.

Destinazione Viterbo. Sveglia, valigia, toast, Carolina. Lasciare con una lacrimuccia il parcheggio conquistato a fatica circa un mese fa e immettersi nel traffico di Roma (fortunatamente non eccessivo).

Continue reading “Viterbo da Vedere, Mangiare, Bere e Dormire”

Sfilate e maschere del Carnevale in Sardegna e in Sicilia

Carnevale: maschere, carri, danze, dolci e coriandoli. È iniziata la festa più pazza e dissacrante dell’anno. Avete già iniziato a festeggiare? Come vi state preparando al gran finale del Martedì Grasso? Aspetta, c’è anche chi festeggia fino a sabato. Quali sono le  maschere, i dolci, le tradizioni del vostro carnevale? Ogni angolo dello stivale ha le sue tradizioni legate al carnevale e le nostre isole non sono da meno. Avete mai partecipato a Su Carrasegare o Lu Cannalivari? No?

Qua tocca rimediare.

Ci pensiamo noi a farvi fare un giretto tra quelli più belli delle nostre due isole. Muniamoci di maschera, zeppole e coriandoli e andiamo alla scoperta del carnevale Sardo e Siciliano.

Continue reading “Sfilate e maschere del Carnevale in Sardegna e in Sicilia”

Wedding Road Weekend

Il weekend appena trascorso è stato senza dubbio #ontheroad (un wedding road weekend).

700 km tra Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo, 4 città visitate, un matrimonio, sigari, rum, strade provinciali e passi di montagna imboccati per sbaglio e ore di sonno insufficienti se hai deciso di guidare e scorrazzare qua e là tutta la domenica.

Continue reading “Wedding Road Weekend”